B&B Monastero - Case Vacanza

Dove Siamo

B&B MONASTERO / CASE VACANZA

Via Monastero 14
23015 Dubino (Sondrio)
Italia

+39 392 935 4210

+39 0342 681241

info@bbmonastero.it

B&B Monastero - Case Vacanza

 

 

B&B Monastero - Case Vacanza

POSIZIONE

Siamo a Dubino, all'inizio della Valtellina, a 300 metri sul livello del mare, alle pendici del monte S.Giuliano. Il clima è mite tutto l'anno: qui crescono olivi, viti, e agrumi.

Monastero è la base ideale per numerose escursioni nella zona: il famoso Sentiero Bonatti, il Tracciolino, il Sentiero Valtellina, la Riserva Naturale Pian di Spagna, la ciclabile Valchiavenna, la Camminata Guanelliana.

Dubino è in posizione strategica per raggiungere tutte le principali mete turistiche vicine: S.Moritz, Madesimo, Chiavenna, il lago di Como, Bellagio, Lugano, Morbegno, la val Codera, la Val di Mello, Sondrio, Bormio, Livigno, Aprica.

B&B Monastero - Case Vacanza

 

B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza

CONTESTO STORICO

Le origini del villaggio di Monastero di Dubino sono avvolte nel mistero: fino al secolo XII il villaggio si chiamava Marzalenico, poi ebbe il nome di Monastero forse per la presenza di suore oppure a una sede secondaria degli Umiliati di Sorico.
Questi luoghi furono abitati già in epoca pre-romana, i romani fondarono il borgo di Olonium alle foci dell' Adda e il toponimo Dubino risulta presente in documenti di epoca longobarda.
Per la sua posizione sopra la pianura paludosa dell'Adda e per il suo microclima favorevole, Monastero è la più vivibile delle numerose frazioni di Dubino, che si estendono dalla costiera retica al Pian di Spagna e alla Valchiavenna.
In un atto del 1103 e in un altro del 1148 si menziona una chiesa in Dubino (S. Pietro) e cappelle dedicate a S. Benedetto: sembra che in origine il primitivo monastero fosse legato all'arcivesccovo di Milano e non fosse cluniacense o cistercense.
Nel 1217 è menzionata la chiesa di S. Maria di Marzalenego assieme a dei chierici locali devoti a Maria, poi sostituiti da una casa femminile (durante la visita pastorale del vescovo Niguarda, anno 1589, in cui si parla di una chiesa dedicata a S. Maria Elisabetta: non essendoci un regolare parroco, quello di Dubino celebrava la messa in cambio di denaro e merci).
Tale chiesa era stata costruita dai religiosi di S. Maria di Crescenzago, la cui Chiesa possedeva appunto molti terreni in loco (venduta all'ospedale di S. Lazzaro di Como nel 1256) e in un loro documento interno del 1260 si parla di un "monastero di Marzelenico".
La chiesa rimarrà sino al secolo XVII, poi sostituita dall'attuale dedicata alla B.M. Immacolata, la cui costruzione risale al 1698 ed è quella esistente tuttora, inserita nell'antico borgo che prenderà il nome di Monastero a ricordo delle congreghe che si sono succedute nei secoli.
All'interno esite una tela centrale con la Vergine Immacolata che trafigge il drago, due altari laterali e un bellissimo fonte battesimale intarsiato in legno, visibili durante le funzioni religiose.

B&B Monastero - Case Vacanza

B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza
B&B Monastero - Case Vacanza